Come accedere al Servizio per le persone con disabilità

Come accedere al Servizio per le persone con disabilità

L’Opera della Provvidenza è inserita nella rete dei servizi per le persone con disabilità della Regione Veneto. Nel 2000 è stata riconosciuta come una delle Istituzioni di grandi dimensioni che assicurano assistenza lungoresidenziale  con tutela medica e nursing dedicato nei confronti di ospiti particolarmente impegnativi in termini di complessità e di durata dell’intervento. E’ convenzionata con l’U.L.S.S. n. 16 di Padova ed opera in stretta collaborazione con i Servizi Socio-sanitari di tutta la Regione.

Le convenzioni in atto prevedono la possibilità di inserimenti definitivi, qualora la rete familiare di sostegno della persona disabile non sia più in grado di assicurare un’adeguata assistenza, o di inserimenti temporanei, programmati o di emergenza, qualora la rete familiare di sostegno necessiti di periodi di riposo o si trovi all’improvviso nella temporanea impossibilità di assistere il disabile.

L’ingresso avviene a seguito di una approfondita valutazione dei bisogni della persona operata dalla Unità di Valutazione Multidimensionale (U.V.M.D.) del Distretto Socio-sanitario di residenza, che individua ed approva un progetto di inserimento residenziale temporaneo o definitivo.

PERCORSO DI ACCESSO

I familiari di una persona che vuole essere inserita presso l’Opera devono contattare l’assistente sociale dell’area della disabilità del loro Distretto Socio-sanitario della loro U.L.S.S. di residenza. I Servizi Sociali, se ritengono che l’Opera della Provvidenza possa rappresentare una risposta adeguata ai bisogni della persona, contattano il Servizio Sociale dell’Opera.

La Direzione Sanitaria dell’Opera valuta la situazione e se condivide il giudizio dell’assistente sociale dell’U.L.S.S. organizza una visita dei familiari alla struttura. Successivamente viene fissato un incontro tra l’equipe dell’Opera, la persona disabile con i suoi familiari e i Servizi Sociali territoriali. Scopo di questo incontro è di valutare insieme se le caratteristiche dei servizi che l’Opera può offrire sono davvero adeguate ai bisogni della persona per la quale si chiede l’inserimento. Questo incontro aiuta, inoltre, la Direzione Sanitaria ad individuare fra i trenta nuclei residenziali quello più adatto.

Dopo l’individuazione del nucleo, i familiari e la persona disabile sono invitati a visitarlo allo scopo di arrivare ad una reciproca conoscenza.

Quando la situazione familiare lo consente è possibile che il percorso di inserimento preveda una serie di accessi brevi per permettere un ambientamento progressivo e poco traumatico per la persona disabile.

Per approfondire: 
La mission del Servizio per le persone con disabilità
All’inizio della sua attività, l’Opera della Provvidenza ricevette un esplicito ...
Le strutture dedicate alle persone con disabilità
Il Centro Servizi per disabili si trova all’interno del complesso dell’Opera della ...
Vedi inoltre: 
Ospiti giocano all'aperto
Da sempre coloro che sono inseriti presso l’Opera della Provvidenza S. Antonio vengono ...
Il nucleo residenziale come luogo di vita
L’Opera da sempre ha come criterio organizzatore dei suoi spazi e della sua vita ...
Vivere è anche lavorare
Quello che caratterizza una grande struttura quale è l’Opera della Provvidenza e che, ...