Il Serv. Riabilitativo per disabili

Il servizio riabilitativo nella palestra di fisioterapia

Il concetto di riabilitazione presso l'Opera della Provvidenza S. Antonio assume una particolare accezione dal momento in cui il nucleo residenziale costituisce l’abitazione della persona con disabilità: una riabilitazione, quindi, su base comunitaria intesa come "l'arte di aiutare una persona ad imparare a vivere nel miglior modo possibile e a fare il più possibile da se stessa,  tenendo conto delle proprie limitazioni e disabilità".

La principale attività del Servizio Riabilitativo si cala, quindi, nei semplici gesti del vivere quotidiano,  - alzarsi, vestirsi, lavarsi, camminare, mangiare e comunicare - che vengono valorizzati da un ambiente fatto di spazi ma soprattutto di persone coinvolte nel promuovere la dignità, il benessere e la crescita della persona in tutte le sue dimensioni. In questo senso, la  riabilitazione diviene strategia che aiuta a trovare le risposte più adeguate per migliorare la qualità della vita delle persone più deboli e vulnerabili, non  puntando l'attenzione solo su quello che si riesce a misurare, ma prendendosi cura anche degli aspetti qualitativi relativi alle relazioni umane, all' autostima e all’espressione delle proprie emozioni. Il progetto riabilitativo trae origine da una valutazione fisioterapica o logopedica che, nei casi più complessi, viene integrata da una consulenza fisiatrica. Spesso, nella logica della riabilitazione su base comunitaria, alla stesura del progetto riabilitativo contribuiscono, per quanto di loro competenza, anche altre figure professionali presenti nella struttura, come lo psicologo e l’educatore.Servizio riabilitativo in infermeria

Gli altri interventi del Servizio Riabilitativo consistono nel trattamento in fase sub-acuta delle principali patologie ortopediche e neurologiche e nel periodico monitoraggio che coinvolge tutti gli ospiti dell’Opera.

I trattamenti vengono effettuati nelle palestre riabilitative o in ambulatori attrezzati, spesso, però, si sceglie di svolgerli all’interno dei normali ambienti di vita dell’ospite: il nucleo residenziale, i laboratori occupazionali, ma anche gli spazi di vita collettiva o il parco.

Vedi inoltre: 
Educatore e ospite "fanno" il vino
L’Opera della Provvidenza S. Antonio nasce negli anni ’60 con l’intento di offrire ai ...
I medici sono giornalmente in ogni reparto
Fin dall’inizio della sua attività, quando ancora non esisteva in Italia un Servizio ...
una psicologa con ospite
Il Servizio di Psicologia per l’area disabili dell’Opera della Provvidenza è rivolto ...
L'assistente sociale dell'OPSA
Il Servizio Sociale dell’Opera della Provvidenza S. Antonio è stato istituito alla ...