La Provvidenza di Marzo 2017

La Provvidenza (Marzo 2017)
Editoriale: 

Nell’immaginario di tutti il mese appena trascorso, febbraio, è sinonimo di allegria, divertimento, di maschere e coriandoli. Quest’anno forse ancor di più in quanto la fine del mese è coincisa con la fine del carnevale e mercoledi 1 marzo, “Mercoledi delle Ceneri”, è iniziato il periodo di Quaresima che ci porterà alla gioia della Pasqua di Risurrezione. Tornando comunque al carnevale oramai lasciato alle spalle vogliamo ricordare come alle feste tanto attese dai nostri ospiti, quest’anno c’è  stata un’importante occasione di festa e riflessione: il 16 febbraio il nostro Presidente, S.E. Mons. Alfredo Magarotto, ha compiuto 90 anni. Abbiamo parlato di un bel momento di certamente di festa in quanto in teatro ospiti, educatori, personale hanno intonato  il tradizionale canto di auguri, i nostri “attori” hanno riproposto spezzoni dello spettacolo teatrale e sono stati montati dei filmati con foto della sua infanzia e del suo lungo apostolato. Ma grande festa e grande sorpresa è stata per il nostro Presidente, il saluto affettuoso del suo successore nella Diocesi di Vittorio Veneto (TV), S.E. Mons. Corrado Pizziolo il quale assieme ad alcuni sacerdoti è venuto qui all’OPSA per festeggiare i 90 anni del suo successore. Davvero un gradito gesto che ha sinceramente commosso Mons. Magarotto. Come sorpreso è stato dal saluto portatogli dal Vescovo Antonio Mattiazzo fresco di ritorno dall’Etiopia (paese - per coloro che non ne fossero a conoscenza- dove ha deciso di continuare  il suo ministero come semplice missionario). A proposito di questo felice traguardo abbiamo parlato giustamente di festa ma anche di riflessione. Bella riflessione che possiamo leggere nell’intervista dai toni sereni che il Vescovo ha rilasciato a “L’Azione” il settimanale diocesano di Vittorio Veneto. Ma per un novantenne ancora “al servizio” della nostra Casa dobbiamo purtroppo abbiamo dovuto salutare la persona più anziana dell’OPSA, la Signora Maria Moret, meglio conosciuta com “Zia di Emi” che alla veneranda età di 105 anni ci ha lasciato. Serena e lucida fino alla fine possiamo tranquillamente ricompensata del bene che nella sua lunga vita a fatto seguendo Emiliano, non suo familiare, in maniera del tutto disinteressata per una vita.

La Quaresima che stiamo vivendo ci porta però a fermarci, a rallentare, ad assaporare di questi quaranta giorni di preparazione alla Pasqua. Come fare per sostare un attimo? Proviamo con la preghiera di cui il mondo ha estremo bisogno. Papa Francesco chiede incessantemente di pregare per Lui, sappiamo che le “nostre” Suore della Visitazione hanno richieste continue di preghiera da parte di tantissima gente. La società moderna non crede nella preghiera. Noi invece qui, per esperienza diretta, sappiamo che la preghiera aiuta: aiuta chi prega e aiuta coloro per cui si prega. Proviamo a scoprire durante questa Quaresima la potenza, l’importanza e la bellezza della preghiera di intercessione.

 

Ultimi numeri pubblicati