Le strutture per l'accoglienza del volontario residente

Strutture per l'accoglienza del volontario residente

In uno dei padiglioni dell’Opera della Provvidenza, denominato “Casa S. Agnese”, recentemente ristrutturata, è possibile accogliere più volontari, singoli o in gruppo, fino ad un massimo di 25 persone.

Al piano terra c’è un ambiente per la porzionatura dei pasti che arrivano dalla cucina centrale dell’Opera, una sala da pranzo riservata ai volontari, una cappella e degli spazi per la socializzazione. Al secondo piano ci sono le stanze da letto, a due posti, dotate di servizi; allo stesso piano c’è anche uno spazio per le attività di gruppo. Per tali attività è possibile usufruire anche di spazi esterni, adiacenti a Casa S. Agnese o, comunque, all'interno del parco.

Vengono forniti i pasti dei giorni feriali, preparati dal personale della Casa. Si chiede la collaborazione dei volontari nel lavaggio delle stoviglie della cena e nel riordino e nella pulizia della sala da pranzo e della propria camera da letto. Ogni gruppo può organizzare autonomamente i turni di servizio in base al numero dei partecipanti.

Non è fissata una quota per il soggiorno, ognuno può contribuire alle spese della Casa con un’offerta secondo le proprie possibilità.

Ogni volontario deve portare con sé:

  • lenzuola e asciugamani, così come l’occorrente per l’igiene personale;
  • indumenti comodi e adeguati all’ambiente;
  • un paio di scarpe comode e chiuse, anche d’estate.

 

esterno_s._agnese

Per approfondire: 
Volontari che iniziano un'esperienza residenziale
Il volontariato residenziale temporaneo offre la possibilità di un’intensa esperienza ...
Vedi inoltre: 
Volontari che iniziano un'esperienza residenziale
Il volontariato residenziale temporaneo offre la possibilità di un’intensa esperienza ...
L'orario giornaliero per il volontario residente
La vita all'Opera della Provvidenza si svolge con regolarità e, come è evidenziato ...