Anna

20/09/2011

"Il bene prima si fa e poi si pensa". Questa frase rappresenta bene lo stato d'animo col quale sono partita alla volta dell'Opera della Provvidenza di sant'Antonio.

Reduce fresca dalle GMG a Madrid, non ero convinta al cento per cento di accettare questa proposta di volontariato. Tuttavia, forte dell'entusiasmo delle Giornate Mondiali (di gran lunga maggiore rispetto alla stanchezza), ho deciso di buttarmi senza pensarci troppo.

E non sono rimasta delusa.

Ciò che mi ha colpito di più dell'OPSA è stato il fatto che sono partita pensando e sperando di poter donare qualcosa agli ospiti della struttura: sono tornata con la certezza di aver ricevuto molto di più. Nei reparti si respira un clima di gratuità: a volte la gioia nei volti degli ospiti sembra immotivata o molto più grande rispetto al poco che doni loro. Ti prendono la mano, la stringono e la baciano ancora prima di conoscerti. Non guardano a chi sei, ma ti dimostrano il loro affetto sincero e spontaneo come all'amico più caro o ad un fratello, in modo, apparentemente, ingiustificato.

Il mosaico, che si trova dietro l'altare, all'interno della chiesa grande dell'OPSA, mostra molto bene questa gratuità: nelle scene evangeliche rappresentate, ai personaggi non sono stati dipinti i lineamenti del volto, a simboleggiare che Dio ci ama tutti indistintamente ed ognuno in particolare.

"Prima che la parola sia sulla mia lingua, tu già la conosci tutta" recita uno dei salmi sui quali suor Paola e suor Emiliana, che insieme a don Alessio hanno seguito noi volontari, ci hanno proposto di riflettere. Questo è ciò che ho sperimentato all'Opera: l'Amore del Padre verso tutti i suoi figli, con la certezza che i "più piccoli", che magari non sono autonomi nella società, sono i prediletti, oggetti e soggetti di un Amore, che trasmettono senza schemi o costruzioni, con tutta la loro spontaneità.


Anna - Vittorio Veneto

 

 

Altre testimonianze

  • Laura La mia prima esperienza come volontaria all’Opera della Provvidenza risale a circa sei anni fa, quando ho trascorso una settimana con gli amici della... Leggi tutto
  • Federica Ed eccoci pronti per una settimana di campo scuola, ma quest'anno non ci saranno passeggiate o giri in bici nella campagna Toscana: quello che ci... Leggi tutto
  • Fabio “Non abbiate alcun debito tra voi, se non quello dell’Amore vicendevole” (Rm 13,8-10).Sono felice di aver trascorso un’intera settimana tra gli... Leggi tutto