Roberta

08/04/2008

Giovedì sera, dopo una giornata intensa tra l’esame tanto temuto all’università e il pomeriggio denso di impegni, ho partecipato, un po’ titubante ma allo stesso tempo mossa da curiosità, al primo del ciclo di incontri proposti a noi volontari ed in generale al mio primo incontro in veste di volontaria. Devo dire che è stato un grande inizio ed una riunione molto partecipata. A condurre la serata due esperte psicologhe che con la loro professionalità e carisma, una volta presentato il loro ruolo all’interno dell’Opsa e le loro esperienze, ci hanno coinvolti in lavori di gruppo dandoci l’opportunità di conoscerci ma soprattutto di confrontare le sensazioni, paure, speranze, commozioni e soddisfazioni che nascono prestando servizio. Dai vari interventi e testimonianze sono emerse le molte emozioni che un volontario prova, indipendentemente dal reparto o dalla durata del servizio prestato e tutto ciò è stato interessante, ma anche molto confortante. Mi sono accorta infatti che le mie insicurezze e reazioni non sono del tutto singolari e che non è poi tanto anormale avere a volte mal di testa al termine del servizio…o una gran fame!!

Dal mio punto di vista ritengo sia stato un incontro stimolante dal quale ho ricevuto conferme, spunti e utili consigli e che mi ha condotto a soffermarmi ad analizzare più a fondo il mio ruolo di volontaria ed il significato del servizio. Un servizio che si concretizza in un continuo dare e ricevere che aiuta sicuramente noi volontari a vivere con uno sguardo più attento ed un cuore più aperto la vita di tutti i giorni sperando di portare un po’ di serenità e gioia agli ospiti.

Ora cara ciurma di volontari …appuntamento al prossimo!! Ciao a tutti

Roberta - Chioggia (VE)

Altre testimonianze

  • Serena L’OPSA ospita un sacco di persone, ognuna diversa, ognuna con la propria identità. Così come ogni volontario che entra all’Opsa è una persona unica.... Leggi tutto
  • Federica Nel foglio che ho lasciato non sono stata in grado di scrivere come mi sono trovata con le ospiti anche se sono state proprio loro a regalarmi la... Leggi tutto
  • Sabina Ogni volta che mi fermo all’OPSA riscopro l’importanza della preghiera costante e silenziosa abbinata alla carità, e il valore della dignità dell’... Leggi tutto